Cash Flow: scopri dove finiscono i soldi che incassa la tua azienda

Immagina di aver appena fatto un importante investimento per la tua azienda.

Lo hai studiato per filo e per segno, non hai trascurato nessun dettaglio, vista la necessità di aumentare le capacità di magazzino ed essere pronto per ordini più grossi, che potrebbero arrivare da nuovi clienti.

Hai pensato di acquistare un nuovo capannone da anni e finalmente i tempi sono maturi.

Una decisione che non hai preso a cuor leggero, l’hai ponderata bene, ma sei certo di avere la liquidità sufficiente a coprire la spesa e a fare fronte ai costi.

Solo che, man mano che passa il tempo, avverti sempre più forte la sensazione che il denaro nelle tue casse diminuisca sempre di più, inesorabilmente.

Inizi a star stretto con i pagamenti, chiudi un occhio su qualche fattura da pagare, rimandandola di qualche settimana, sei tentato di accendere nuovi finanziamenti in banca.

Possibile che questo grosso investimento ti stia prosciugando tutta la liquidità che incassi?

Può mai accadere che quella che pensavi fosse una comoda e ampia trapunta per un letto matrimoniale king size, in realtà si riveli un plaid rattrappito, adatto a malapena a una poltrona monoposto?

La coperta è corta?

Che fine fanno i soldi che entrano nelle casse aziendali?

Al di là dell’immaginazione, quella che ti ho appena accennato è una condizione comune a molti dei miei Assistiti.

E la fatidica domanda “Che fine fanno i soldi che incassa la mia azienda?” è più diffusa di quanto immagini.

Non so se questa situazione riguardi anche te o meno, ma certamente posso affermare che molti imprenditori, a un certo punto del loro percorso, non riescono a spiegarsi come il denaro non sia più sufficiente a coprire gli investimenti avviati, al punto da essere costretti a interromperli a metà strada.

Peggio ancora, vedono ridursi sempre più la capacità di coprire le normali spese correnti, fino a dover tagliare il proprio stipendio pur di non lasciare fatture inevase o rate di mutuo insolute.

Perché accade tutto questo, senza che il fatturato abbia subito la minima flessione?

Succede perché manca loro il controllo dei flussi di cassa.

Nessuno, infatti,  ha mai detto loro quanto sia fondamentale per il benessere dell’impresa tenere costantemente monitorate le entrate e le uscite di denaro dal conto corrente aziendale.

Informazioni che spesso vengono confuse con l’utile aziendale, la differenza tra costi e ricavi riportata sul fascicolo di bilancio che il commercialista annualmente predispone e che dà l’illusione di avere denaro a sufficienza per portare avanti le spese e gli investimenti progettati.

Questi dati, però, sono ben altra cosa rispetto alla liquidità che normalmente entra ed esce dalle casse aziendali e, quindi, effettivamente disponibile sul conto corrente.

Un gap informativo da cui possono scaturire decisioni che mettono a repentaglio le sorti finanziarie dell’azienda, semplicemente perché prese senza tener conto dell’aspetto più rilevante di ogni attività imprenditoriale: il calcolo dei flussi di cassa.

Posso correre ai ripari prima che sia troppo tardi ed evitare di gestire le finanze aziendali alla cieca?

Certo! Non è mai troppo tardi per iniziare a monitorare con cadenza periodica e continua le proprie entrate e uscite di cassa.

Soprattutto se si sta già attraversando un periodo delicato dal punto di vista finanziario.

Proprio per agevolarti in questa operazione ho registrato un video ci circa 20 minuti in cui descrivo dettagliatamente le diverse tipologie di flussi di cassa da monitorare.

Sì, perché, i flussi di cassa sono differenti e spaziano dall’operatività ordinaria a quella straordinaria, dagli investimenti alla fiscalità, senza tralasciare il capitale.

Tutti aspetti finanziari a cui dedicare una specifica attenzione e tenere sotto controllo con cadenze periodiche che spaziano dai tre mesi a un anno, a seconda della frequenza con cui si verificano i relativi movimenti di denaro.

Ti consiglio di non perderti questo contenuto e di guardare il video con attenzione, sia che la tua azienda navighi in acque tranquille, sia che ti senti con l’acqua alla gola, vedi aumentare l’indebitamento aziendale nonostante continui a fatturare o stai pensando di intraprendere un investimento importante per la tua azienda.

Nel video troverai tutte le informazioni che ti servono e i vantaggi legati all’implementazione di questo fondamentale strumento di monitoraggio.

Vuoi parlarne con qualcuno?

Il mio staff di consulenti è a tua disposizione per fornirti supporto e rispondere alle tue domande.

Puoi richiedere assistenza inserendo i tuoi dati nel modulo di contatto che trovi in fondo alla pagina.

1
Iscritti alla newsletter
1
Richieste di consulenza
1
Imprenditori Assistiti

E tu cosa aspetti?​

Inserisci i tuoi dati nel modulo

Richiedi la consulenza gratuita

Non sarai obbligato a comprare niente e la consulenza ricevuta non ti sarà addebitata in nessun caso.

Dopo aver compilato i campi nel modulo di prenotazione, cliccando sul pulsante di Conferma avrai accesso all'agenda dei consulenti, dove potrai scegliere l'appuntamento in base alle tue esigenze.

Aziende che si Finanziano da Sole

Il manuale che permetterà alla tua azienda di arrivare a finanziarsi da sola senza sottostare ai capricci delle banche, danneggiare i fornitori, cercare soldi dagli investitori e senza evadere le tasse attraverso stratagemmi strani.

Diventa Libero dai Debiti Aziendali

Il manuale pratico per imprenditori dove troverai tutte le strategie e le procedure per mettere in sicurezza la tua impresa fin dai primi segnali di difficoltà finanziaria.

Unisciti al gruppo degli Imprenditori Che Resistono

Il gruppo che raccoglie sotto lo stesso tetto tutti gli #imprenditoricheresistono nonostante tutto, nonostante lo Stato, la burocrazia, le tasse, le banche, i fornitori che non aiutano e i dipendenti che non collaborano…