Chat with us, powered by LiveChat

Affrontiamo ogni tuo decreto ingiuntivo

Casi
Hai ricevuto un decreto ingiuntivo e non sai cosa fare? Leggi subito questa pagina…

Scopri come agire quando ti trovi sulla scrivania un decreto ingiuntivo

L’arrivo in azienda di un decreto ingiuntivo, getta l’imprenditore nello sconforto.

“E adesso che succede?”

Hai ricevuto un’ ingiunzione di pagamento con la quale il giudice ti impone di pagare una somma di denaro entro una determinata scadenza. 

Il rischio che corri è enorme: decorso il termine il decreto diventa esecutivo, aprendo la strada al pignoramento. Del tuo conto, dei tuoi macchinari, del capannone, della tua casa o di quella dei garanti.

In realtà le cose possono andare anche peggio, perchè in molti casi, quando c’è un evidente riconoscimento di debito, ti potrebbe arrivare anche essere arrivato un decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo e quindi il pignoramento può avvenire decorsi i termini dell’ atto di precetto.

“Cosa posso fare?”

Ci sono due strade:

  1. Ignorarlo, sperando che la situazione si risolva da sola
  2. Fare opposizione, anche se hai ricevuto un decreto ingiuntivo esecutivo

Cosa succede se ignori il decreto ingiuntivo sperando che la situazione migliori

L’ottimismo in queste circostanze è il peggior nemico dell’imprenditore.

Voglio che ti sia chiaro: non ti sto giudicando negativamente, non penso tu sia un ingenuo.

È piuttosto normale sperare che il fatturato della tua azienda si sistemi, soprattutto se magari hai qualche buon contatto che sembra sul punto di comprare da te.

Il problema è un decreto ingiuntivo per essere gestito al meglio ha bisogno di rapidità ed efficienza.

Tergiversare in attesa di un ipotetico miglioramento non può e non deve essere un’opzione.

Cosa vuol dire per un imprenditore presentare opposizione a decreto ingiuntivo

Esiste la possibilità di presentare opposizione a decreto ingiuntivo e se ti rivolgi ad un avvocato generalista ti presenterà questa come unica strada possibile.

Quello che non ti dicono è che non sempre ci sono reali motivi per fare opposizione.

Opporsi al decreto solo per perdere tempo, facendo un’ opposizione dilatoria, oltre non essere visto di buon occhio dal giudice, potrebbe costarti molto caro in termini di spese legali e da lite temeraria.

Ecco perchè prima di lanciarti una guerra a suon di carte bollate, bisogna decidere una strategia, da valutare caso per caso, decreto per decreto, credito per credito.

Vi saranno casi in cui è imprescindibile fare opposizione al decreto, ma per motivi validi che possano “reggere” in giudizio. Altri in cui la trattativa sarà la via maestra da percorrere. Altri ancora in cui sarà possibile seguire entrambe le strade: difendersi in giudizio, evitando che il decreto posa diventare un titolo esecutivo e contemporaneamente negoziare la tua migliore soluzione stragiudiziale possibile.

L’avvocato tradizionale tuttavia, nella maggior parte dei casi, seguirà solo la strada dell’opposizione, anche se non ci sono i presupposti per farli.

In questo modo però perdi del tempo prezioso e fai lievitare le spese da affrontare (perchè che tu vinca o perda, la parcella dell’avvocato sarai costretto a pagarla comunque.

I rischi della gestione tradizionale di un decreto ingiuntivo

Quando trascuri un atto legale o ti limiti a rispondere per le rime in tribunale, perdi l’opportunità di confrontarti con il tuo creditore ad armi pari.

Tra l’altro anche se presenti opposizione al ricorso per decreto ingiuntivo, l’atto può diventare comunque esecutivo e la situazione può precipitare rapidamente.

Ad esempio il decreto si trasforma in un pignoramento sui conti correnti che provoca una immediata revoca dei fidi.

Presentare opposizione in tribunale non basta.

I giudici sono sempre più restii a dare ragione ai debitori e, per agevolare il recupero del credito, concedono senza troppe storie la provvisoria esecutività degli atti ricevuti.

Nella loro mente il debitore ha torto, ha cercato di raggirare qualcuno, aveva cattive intenzioni.

Un giudice lontano dalla realtà imprenditoriale non sa quali sono i problemi quotidiani che ti trovi ad affrontare e come e perché sei arrivato a questo punto.

Questo vuol dire che quel decreto ingiuntivo può essere trasformato in poco tempo in un pignoramento, anche se hai affidato al tuo legale di fiducia l’incarico di difenderti in giudizio.

E i guai non finiscono qui.

Se la tua difesa non è forte, corri il rischio di subire un salasso perché oltre al debito originario, ti trovi costretto a pagare le tue spese legali (che aumentano udienza dopo udienza), le spese legali del tuo creditore e le spese di giudizio alle quali il giudice ti condanna.

Senza considerare il rischio di essere condannato, per lite temeraria, a risarcire i danni subiti dal creditore.

Come dovresti agire quando ricevi un decreto ingiuntivo

La ricezione di un decreto ingiuntivo si colloca all’interno di un quadro più ampio di problemi finanziari della tua impresa.

Se ne hai ricevuto uno infatti è molto probabile che tu abbia problemi con i flussi di cassa e che le difficoltà della tua azienda si espandano anche ai fornitori, ai dipendenti, alla gestione del tuo debito con il fisco.

La cosa giusta da fare è avere un quadro completo delle problematiche e non considerarle una ad una come mondi a sé stanti.

E questo è valido in generale per il tuo approccio con le problematiche della tua azienda.

Per risolvere nell’immediato il problema del decreto ingiuntivo, la cosa migliore in questi casi è affidarti a un esterno, qualcuno che faccia quel lavoro tutto il giorno tutti i giorni, che sappia analizzare i fatti con occhio lucido e oggettivo e che abbia le competenze per affrontare OGNI tuo problema sotto ogni aspetto, mentre tu puoi occuparti della ripresa della tua azienda.

Qualcuno che ti impedisca di commettere quegli errori comuni che potrebbero compromettere il tuo futuro di qui in avanti.

Questo è quello che fanno le procedure di gestione dei creditori che fanno parte del mio metodo, il Metodo Di Domenico Debiti.

Il mio staff considera ogni sfaccettatura della tua situazione per essere certo di non trascurare elementi fondamentali che potrebbero causarti problemi se non affrontati immediatamente.

Le alternative che ti trovi davanti sono 3:

  1. Puoi opporti al decreto ingiuntivo rischiando perdere una causa non necessaria ed essere sobbarcato di spese e problemi correlati.
  2. Puoi ignorare il problema, sperando che un grosso cliente il mese prossimo ponga fine alle tue difficoltà economiche.
  3. Oppure puoi decidere di affidarti a un team di esperti che si occupa di questo OGNI giorno, TUTTI i giorni, che ti sollevi dal peso di questa gestione, che ti consenta di tornare a fare il tuo lavoro di imprenditore.

Se quello che vuoi è risolvere i tuoi problemi una volta per tutte, consentendo alla tua azienda di tornare a produrre e quindi fatturare come un tempo

Schermata 2017-04-22 alle 15.00.36

No results found

Menu