Superare la crisi attraverso la pianificazione finanziaria

Molti pensano erroneamente che la pianificazione finanziaria debba riguardare solo le grandi aziende, le multinazionali.

C’è una convinzione diffusa secondo cui le piccole e medie imprese, che poi sono il motore trainante dell’economia, non debbano occuparsene.

Probabilmente perché tratti in inganno dalla struttura organizzativa più snella, dai rapporti personali che si mescolano di frequente con quelli commerciali e professionali, dalla gestione spesso esclusivamente familiare e dalla presenza di una sola o poche altre sedi fuori dal territorio.

Tutti aspetti che inducono molti imprenditori a gestire le finanze della propria azienda “a braccio”, senza seguire una procedura sistematica e razionale.

Certo non si tratta affatto di una svista o di una leggerezza dell’imprenditore, che, di regola, è chiamato ad occuparsi di tutt’altro.

Si tratta di un gap informativo che nessuno ha mai pensato di colmare.

Nessun consulente, nessun ufficio amministrativo, per quanto di piccole dimensioni, ha mai pensato di mettere in luce un fattore determinante nella gestione aziendale di una PMI, come la pianificazione finanziaria.

Eppure, il 95% di queste fallisce entro i primi 5 anni di vita.

Studi scientifici di noti docenti universitari Statunitensi, come Scott Stuart, mostrano come ben l’84% di questi sia causato proprio da errori o assenza di pianificazione finanziaria.

Io stesso, nei miei 15 anni di esperienza sul campo, ho riscontrato come pochissimi imprenditori si occupino di impostare un sistema di pianificazione finanziaria nella propria azienda.

Non è un caso, che ad un certo punto della mia carriera, io abbia rinunciato ad un posto fisso in una grande società di consulenza, stabile, ben retribuito e con prospettive di crescita più che allettanti, per ricominciare tutto da zero in uno studio di commercialisti.

Non mi mancava nulla, eppure non potevo fare a meno di constatare come i problemi di liquidità più fatali avvenissero proprio all’interno delle PMI e di come nessuno si occupasse di sostenerle, guidarle, anche solo informarle su quali fossero le reali cause di questi problemi e mettere gli imprenditori nelle condizioni di salvare la propria azienda prima che fosse tardi.

Essere consapevole di questa dinamica e non far nulla per cambiare quello che era “il naturale corso degli eventi”, rimanendo comodamente seduto alla mia scrivania, non mi faceva dormire la notte.

Dovevo intervenire.

Dovevo quanto meno provare a invertire la rotta, far sapere agli imprenditori cosa rischiavano non mettendo a punto le giuste procedure di gestione finanziaria che, in strutture organizzative così ridotte, ricadevano inevitabilmente in capo a loro.

Un po’ come fanno di solito i protagonisti di quei disaster movie americani che cercano di allertare l’intera popolazione del pericolo imminente per salvare più vite possibile.

Ecco, sentivo che la mia missione doveva essere proprio questa, divulgare e applicare strumenti operativi per la gestione finanziaria delle PMI, strategie di turnaround management e tecniche di controllo di gestione utili a scongiurare il rischio di crisi aziendale, per favorire il raggiungimento degli obiettivi imprenditoriali.

E la pianificazione finanziaria è la pietra miliare di questo obiettivo.

Impostare un sistema di pianificazione finanziaria efficace e seguirlo nel corso dell’attività consente infatti di migliorare le performance della tua azienda, aumentando margini e fatturato, ed evitare tutte quelle criticità che possono condurre la tua impresa al fallimento.

Senza una pianificazione finanziaria adeguata è molto facile che si generino squilibri, magari non immediatamente visibili all’occhio meno esperto, ma comunque importanti, al punto da farti ritrovare, quando meno te lo aspetti, senza la liquidità di cui hai bisogno per le spese correnti o gli investimenti intrapresi.

Molti dei miei assistiti hanno richiesto la mia consulenza proprio perché, ad un certo punto, non avevano il denaro sufficiente a pagare dipendenti, tasse, fornitori.

Altri ancora perché avevano intrapreso un investimento senza averlo pianificato da un punto di vista finanziario e non riuscivano più a portarlo a termine o, peggio, avevano attinto le risorse da fonti di finanziamento sbagliati e molto costose.

È chiaro che, se prese in tempo, queste situazioni possono essere sanate con successo. Diversamente, puoi immaginarne da solo le conseguenze.

Ciò che conta, al di là dell’attività svolta dall’azienda o del settore in cui opera è che ogni anno l’imprenditore si dedichi a pianificare gli obiettivi, in termini di fatturato, risultati economici e andamento finanziario, che intende seguire durante quel periodo.

Quest’azione ti permette anche di valutare quali risorse allocare per il raggiungimento di questi obiettivi e monitorare l’andamento dei risultati durante l’anno e gli eventuali scostamenti di questi ultimi dagli obiettivi fissati.

In questo modo è molto più semplice prendere le giuste decisioni strategiche o aggiustare il tiro se necessario, oltre che rilevare eventuali criticità sul nascere, quando sono ancora gestibili senza grossi scossoni per l’azienda.

Proprio perché la pianificazione finanziaria è vitale per il buon andamento dell’attività aziendale e ancora pochi imprenditori la mettono in pratica, ho girato un breve video in cui ti spiego più nel dettaglio di cosa si tratta.

Solo 15 minuti, il tempo di una pausa caffè, per scoprire:

  • cos’è di preciso la pianificazione finanziaria,
  • quanti tipi di pianificazione finanziaria si possono impostare,
  • quali sono le differenze,
  • a cosa servono,
  • quali benefici apportano alla tua azienda,
  • quali rischi riesci ad evitare se imposti un sistema di pianificazione finanziaria,
  • come fare per imparare ad impostarne uno,
  • e tanto altro ancora.

Mai come in questo momento è necessario correre ai ripari e fornirsi di tutte le armi necessarie a superare la crisi economica che si abbattuta su noi imprenditori.

Ecco perché è importante non temporeggiare ancora e mettere subito in campo quegli strumenti utili a evitare che l’azienda si paralizzi completamente.

Vuoi parlarne con qualcuno?

Il mio staff di consulenti è a tua disposizione per fornirti supporto e rispondere alle tue domande.

Puoi richiedere assistenza inserendo i tuoi dati nel modulo di contatto che trovi in fondo alla pagina.

1
Iscritti alla newsletter
1
Richieste di consulenza
1
Imprenditori Assistiti

E tu cosa aspetti?​

Inserisci i tuoi dati nel modulo

Richiedi la consulenza gratuita

Non sarai obbligato a comprare niente e la consulenza ricevuta non ti sarà addebitata in nessun caso.

Dopo aver compilato i campi nel modulo di prenotazione, cliccando sul pulsante di Conferma avrai accesso all'agenda dei consulenti, dove potrai scegliere l'appuntamento in base alle tue esigenze.

Aziende che si Finanziano da Sole

Il manuale che permetterà alla tua azienda di arrivare a finanziarsi da sola senza sottostare ai capricci delle banche, danneggiare i fornitori, cercare soldi dagli investitori e senza evadere le tasse attraverso stratagemmi strani.

Diventa Libero dai Debiti Aziendali

Il manuale pratico per imprenditori dove troverai tutte le strategie e le procedure per mettere in sicurezza la tua impresa fin dai primi segnali di difficoltà finanziaria.

Unisciti al gruppo degli Imprenditori Che Resistono

Il gruppo che raccoglie sotto lo stesso tetto tutti gli #imprenditoricheresistono nonostante tutto, nonostante lo Stato, la burocrazia, le tasse, le banche, i fornitori che non aiutano e i dipendenti che non collaborano…